L’unione europea ha deciso il ricollocamento di soli 35mila migranti
Migrants on a boat cheer as they approach the Sicilian island of Lampedusa, Italy, early Monday, March 7, 2011. Over 1,000 migrants from North Africa have arrived in Italy overnight, some in rickety boats that had to be escorted ashore by the Italian coast guard. It was one of the biggest arrivals since a steady influx of Tunisians started in mid-January, when an uprising ousted the country’s longtime president and caused a breakdown in coastal patrols. The uprising in Libya has also caused concern here that tens of thousands of migrants might be on their way. (AP Photo/Antonello Nusca)

Una piccola goccia, in un mare di disperazione: i 28 membri dell’unione europea hanno deciso la ricollocazione di 35 mila migranti.

L’accordo è ben al di sotto dell’obiettivo: saranno come detto intorno ai 35.000 i ricollocamenti dei migranti bisognosi di protezione internazionale e non i 40mila previsti dal piano della Commissione.

Questo è quanto si apprende da fonti diplomatiche europee in merito all’accordo raggiunto dai 28 Stati membri, ma la situazione verrà ridiscussa fra sei mesi.

Alcuni Paesi avevano dato maggiore disponibilità per i reinsediamenti, circa 4mila in più rispetto ai 20mila previsti, ma, spiegano altre fonti diplomatiche, questa disponibilità è stata “riorientata” sui ricollocamenti che erano fermi ai 30mila.

Eppure Angelino Alfano appare molto contento: “Abbiamo avuto molto di più di quello che tutti i governi precedenti avevano mai pensato di avere”, ha detto il ministro, “Noi abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare, ciascuno stato si è assunto la responsabilità di partecipare o meno: è chiaro che noi non abbiam avuto quello che avevano stabilito i capi di stato e di governo, ma io ricordo tutto il dibattito sul burden sharing e l’equa distribuzione dei paesi che portò a nulla i precedenti governi: oggi possiamo dire che siamo andati avanti e il primo anno l’abbiamo completato”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Genova, ubriaco e drogato imbocca l’autostrada contromano

Ennesima tragedia della strada, ennesime vittime innocenti, ed ancora una volta non…

Senato, Calderoli sarà processato per diffamazione contro Kyenge

Il caso qualche mese fa aveva alzato un polverone e aveva dimostrato…