Novità su Domenico, lo studente morto in gita scolastica

Una vicenda ancora tutta da chiarire, con tante, anzi troppe, zone d’ombra su cui gli inquirenti stanno indagando da settimane, ma ora sembra ci sia una nuova certezza per gli investigatori.

Domenico Maurantonio, lo studente padovano morto a Milano lo scorso 10 maggio dopo essere volato dal quinto piano dell’hotel dove era in gita con la classe, sarebbe stato da solo quando è precipitato dalla finestra.

I genitori del ragazzo non credono che il figlio fosse tipo da fare bravate, mai avvezzo ad abusare di alcol o sostanze stupefacenti, e di certo quindi non possono accettare l’ipotesi che il loro figlio sia precipitato da solo, magari poco lucido.

Che l’ipotesi degli inquirenti sia ora quello del suicidio? Eppure stando alla mamma, alla fidanzata, agli amici e ai compagni di scuola, Domenico era felice e sereno, non avrebbe avuto motivo di pensare ad un gesto così estremo quanto drammatico.

Certo, l’inchiesta non è ancora conclusa: mancano i risultati di alcuni esami, come ad esempio quelli genetici su alcune tracce organiche ritrovate sotto le unghie del ragazzo e resta da accertare come mai il corpo si trovasse in una posizione diversa rispetto a quella della traiettoria “naturale” della caduta.

Next Post

Pietro Grasso, appoggio Papa Francesco sull’emergenza immigrazione

La Gran Bretagna offre la sua intelligenze, la Francia non chiude le frontiere ma intensifica i controlli, l’Ungheria costruisce un muro largo oltre tre metri alla frontiera con la Serbia: queste le risposte che l’Italia ha ricevuto quando ha chiesto aiuto all’Europa, quando ha chiesto un aiuto concreto per accogliere […]