Pd, arrestata ex moglie per l’agguato al capogruppo di Barletta

In molti ricorderanno la vicenda accaduto all’inizio di quest’anno: lo scorso 20 gennaio fu tentato un agguato al capogruppo del Pd del comune di Barletta,  Pasquale Ventura. Ventura era in compagnia della figlia quando i killer, giunti a bordo di una moto, esplosero alcuni colpi di pistola davanti al portone non riuscendo però a colpirlo.

Un attentato mancato ma che fece molto scalpore: gli inquirenti fin da suvito non avevano tralasciato nessuna posta, ma solo in queste ore, dopo oltre 7 mesi di indagini serrate, hanno proceduto ai primi fermi.

Tre gli arrestati, tra cui l’ex moglie del politico, Concetta Dimatteo, 40 anni, che sarebbe il mandante: la donna per accaparrarsi una parte di eredità del marito aveva incaricato un intermediario di assoldare due killer dietro un compenso di 30 mila euro.

Quello che in un primo momento quindi si era pensato fosse un attacco al ruolo politico di Ventura, in quanto esponente di spicco del Pd locale, in realtà si è rivelato essere un tentato omicidio maturato nella sfera privata.

Loading...
Potrebbero interessarti

La Spezia, donna stuprata fa arrestare i suoi aguzzini

Il coraggio di una giovane donna, vittima di una delle violenze più…

Roma, lascia il figlio di 3 anni nell’auto rovente

Purtroppo storie del genere se ne stanno sentendo sempre più spesso, e…