Per Saviano nulla sta cambiando

Redazione

“È dura, credevo di più in un percorso di riforme in Italia e invece per esempio nel Sud, che mi sta più a cuore, avete visto qualche cambiamento? Niente è cambiato e niente cambierà” così esordisce lo scrittore Roberto Saviano in un intervento al Salone del libro nell’incontro su “Giornalismo d’inchiesta e letteratura” assieme al giornalista tedesco Gunter Wallraff.

Lo scrittore ha poi aggiunto: “Quando al governo c’era Berlusconi il tema dell’antimafia era un tema abbastanza principe per dimostrare che la situazione non andava bene, quando ci sono i buoni l’argomento antimafia scompare, credevo che il semestre europeo a guida italiana fosse una grande occasione per l’Italia che ha una grande tradizione antimafia per dire ‘queste sono le regole che vogliamo portare avanti sull’antiriciclaggio e , invece, le parole mafia e antiriciclaggio non sono mai state citate quasi ci si vergognasse di avvicinare l’immagine dell’Italia all’immagine mafiosa. Questo mi crea angoscia”.

“Non è possibile che le critiche vengano associate sempre al disfattismo e quando si parla di bellezza di un paese non si fa nascondendo le ferite e dichiarando gufi chi critica. Noi meridionali abbiamo già risolto la questione, non riuscendo a fare pressione per il cambiamento ce ne andiamo, ma ora questo lo stanno facendo anche al Nord” ha concluso.

Next Post

Renzi twitta con i professori

Matteo Renzi risponde ai professori su Twitter: “Sto leggendo le risposte dei prof. Faremo tesoro di suggerimenti e critiche. La scuola è LA sfida per riportare l’Italia a fare…l’Italia” al centro la riforma della scuola, risultato: insulti, critiche, ma anche molte domande e c’è chi sostiene che per ascoltare gli […]