Pietro Grasso, accoglienza dei migranti è dovere giuridico

Sull’onda delle idee leghiste, sembra che tutte le regioni del nord si stiano schierando, in un forte fronte comune, contro l’accoglienza dei migranti, senza lesinare parole spesso razziste e poco adatte ad un paese civile, con un passato recente in cui gli immigrati eravamo, e molto spesso siamo ancora noi, nei paese del nord Europa ed in America.

Maroni urla a gran voce di non accogliere più nessun migrante, Zaia gli va dietro ordinando di sgomberare le zone turistiche del veneto: scintille che si scontrano con quanti invece pensano che l’Italia debba dare, a modo suo e per quanto è nelle sue capacità, accoglienza a quante più persone possibili, che sfuggono da fame e guerra.

Tra loro il presidente del Senato Pietro Grasso, che a margine della visita al padiglione Cina a Expo, così commenta: “C’è un’esigenza assoluta di accoglienza. Occorre una coesione sociale e una solidarietà da parte di tutte le istituzioni e degli enti locali (Regioni e Comuni) per cercare di affrontare questo problema”. “I governatori – ha poi aggiunto – possono atteggiarsi come vogliono, ma bisogna staccarsi un po’ dal momento elettorale”.

“L’accoglienza è un dovere giuridico. Non è soltanto un dovere morale è un’umana pietà”, ha aggiunto ai giornalisti che  gli chiedevano un commento sulle dichiarazione di Roberto Maroni sulle condizioni “minime sanitarie” dei migranti.

2 thoughts on “Pietro Grasso, accoglienza dei migranti è dovere giuridico

  1. Grasso e Boldrini, la peggior accoppiata che il Parlamento abbia avuto nella sua storia.
    Se l’accoglienza è un dovere giuridico, cosa è il diritto/dovere di difendere se stessi e la propria famiglia? E’ forse un reato?
    Le utopie dei sinistri hanno causato all’Italia solo guai.

  2. Ridicolo Pietro Grasso , lui vorrebbe accogliere tutti … e nessuno scappa dalla fame, chi fa davvero la fame non ha nemmeno i mezzi per partire … ci sono alcuni, una minoranza, che scappano da guerre e persecuzioni ; questi vanno accolti, gli altri vanno rimandati a casa.

Comments are closed.

Next Post

Jobs Act, approvati i decreti attuativi

Il Jobs Act, per chi non ne fosse informato, è in pratica una riforma del diritto del lavoro, una riforma messa in piedi dal Governo Matteo Renzi, attuata dal 2014 attraverso alcuni provvedimenti legislativi. Era quello che ci si aspettava ed era evidentemente in dirittura d’arrivo, confermato poi dal Consiglio […]