Scuola, via libera al preside sindaco

Via libera al super-preside, con 214 voti a favore, 100 contrari e 11 astenuti, ieri in serata la Camera ha approvato l’articolo 9 del ddl Buona scuola che consente ai dirigenti scolastici la possibilità della “chiamata diretta” degli insegnanti dei propri istituti.

“Non ci sarà nessun preside-padrone ma un dirigente responsabile e valutato” ha affermato il ministro Giannini. Oltre all’articolo 9 è passato anche un emendamento M5s “antiparentopoli”, il quale stabilisce che non ci può essere parentela tra preside e professore della scuola, fortemente voluto dai pentastellati. Il deputato Luigi Gallo ha commentato: “Grazie al ddl sulla scuola e alla norma sulla chiamata diretta dei professori da parte dei presidi, farà carriera Agnese, la moglie del Presidente del Consiglio Renzi”.

Effettuata un’altra modifica, targata Pd che introduce l’obbligo di mettere on line sul sito della scuola il curriculum dei professori. Questa decisione è arrivata dopo una seduta molto accesa durante la quale la minoranza dem ha richiesto le dimissioni del ministro Giannini: “Lasci il suo incarico per ricostruire un clima più positivo nel mondo della scuola” ha dichiarato Stefano Fassina.

I lavori si sono protratti fino a notte fonda. La Camera ha sospeso l’esame del provvedimento che riprenderà stamattina alle 9.

Loading...
Potrebbero interessarti

Maltempo, Roma sotto una bomba d’acqua

Maltempo e traffico praticamente in tilt nella capitale, Roma sotto un assedio…

Renzi, gli italiani non devono temere la situazione greca

Oggi sarà il grande giorno, quello che deciderà le sorti della Grecia:…