Tesoro di San Gennaro contiene davvero gioielli dal valore inestimabile?

Redazione

Ogni anno milioni di persone arrivano in vacanza in Campania e nella provincia napoletana per ammirare le incredibili bellezze naturali, architettoniche, storiche e paesaggistiche.

Con decine di monumenti, chiese, musei da visitare, Napoli è una città ricchissima di storia, cultura e tradizioni, e c’è l’imbarazzo della scelta nel tracciare un itinerario delle cose da vedere assolutamente.

E certamente è imperdibile una visita al “Tesoro di San Gennaro”, un vero e proprio tesoro nel senso più stretto della parola, tanto che è considerato uno dei più ricchi al mondo. Il suo valore ha superato anche la raccolta di gioielli della corona d’Inghilterra e del tesoro degli zar di Russia.

Formatosi lungo settecento anni di storia, grazie alle numerose donazioni, si è mantenuto intatto da allora, senza mai subire spoliazioni e senza che i suoi preziosi fossero venduti.

Il tesoro comprende oltre 21.000 pezzi, tutti particolarissimi che vengono esposti a turno, dato che il museo del tesoro non è in grado di ospitarli tutti contemporaneamente, per mancanza di spazio.

Tra le migliaia di pezzi che lo compongono spicca senza dubbio la Collana di San Gennaro, iniziata nel 1679, con ben tredici grosse maglie in oro massiccio alle quali sono appese croci tempestate di zaffiri e smeraldi; la Mitra d’argento dorato, risalente al 1713, con oltre 3694 rubini, smeraldi e brillanti; il Manto di San Gennaro, letteralmente coperto di pietre preziose e di smalti raffiguranti le insegne araldiche del casato.

Next Post

Rimuove le tube di falloppio e ha un figlio, è un miracolo

L’incredibile episodio di una donna che da alla luce un bambino dopo aver rimosso entrambe le tube di Falloppio. Il bambino, di nome Benjamin, è nato a marzo e i medici hanno anche controllato la mamma per confermare entrambe le tube fossero state effettivamente rimosse o meno. Una donna, che […]
Rimuove le tube di falloppio e ha un figlio un miracolo