The Lobster, al cinema il film diretto da Lanthimos in cui è impossibile essere single

Redazione

Sta finalmente per terminare l’attesa e proprio domani, 15 ottobre 2015, verrà distribuita nelle sale cinematografiche italiane la pellicola del nuovo film del 2015 diretto dal celebre regista, sceneggiatore e produttore cinematografico greco Yorgos Lanthimos ed intitolato “The Lobster”. Si tratta nello specifico del primo film del regista in lingua inglese e girato in Irlanda, nei pressi di un resort di lusso nella contea di Kerry. “The Lobster” è ambientato nello specifico in un futuro distopico in cui le persone single vengono portati all’interno di un grande hotel all’interno del quale dovranno trovare un compagno con cui far coppia ben quarantacinque lunghi giorni. Si tratta di dover rispettare le regole della città e, se falliranno, si trasformeranno in bestie e verranno trasportate presso un bosco.

Nella pellicola del film, in uscita nelle sale cinematografiche britanniche dal prossimo 16 ottobre 2015, sarà possibile notare la presenza di un cast di artisti molto bravi e apprezzati dal pubblico tra cui vi troveremo il celebre attore irlandese Colin Farrell, la bellissima attrice britannica Rachel Weisz, l’attrice scozzese Ashley Jensen e tanti altri ancora.

Il regista, a proposito del film, ha dichiarato “Il film è nato dalle mie riflessioni sulla vita, l’amore, la possibilità di essere felici, i rapporti tra le persone. Ora il pubblico è autorizzato ad attribuirgli tutti i significati che vuole. Alla base della storia c’è la mia insofferenza per la società che, dominata da regole ossessive, diventa sempre più conservatrice”.

Next Post

Allergie e intolleranze, italiani malati immaginari

Oggigiorno sembra quasi una “moda” essere intolleranti a qualche cibo: sarà che sugli scaffali ormai proliferano prodotti specificamente pensati per ogni diversa categoria di persone, sarà che sempre più persone si affidano a test costosi ma dalla poca validità scientifica, sarà il condizionamento psicologico delle massicce campagne pubblicitarie. Eppure arriva […]