Thief, quando un videogioco diventa un film
Thief, quando un videogioco diventa un film

Thief, il noto videogioco di genere stealth, diventa un film per il cinema.

Ad annunciare la notizia che lo studio cinematografico californiano “Straight Up Films” ha acquistato da Square Enix i diritti per la realizzazione di un film sul franchise di videogiochi “Thief”, è stata la rivista statunitense di intrattenimento The Hollywood Reporter.

Roy Lee e Adrian Askarieh sono stati chiamati a dirigere l’adattamento cinematografico del film, mentre la produzione è affidata a Marisa Polvino e Kate Cohen della Straight Up Films, con Roy Lee della Vertigo Entertainment e Adrian Askarieh di Prime Universe.

La sceneggiatura è di Adam Mason e Simon Boyes e alla presidenza della produzione c’è Sandra Condito con i suoi collaboratori Khalid Jones di Square Enix.

E così presto vedremo al cinema il protagonista del videogioco Garret in carne e ossa. Garret, “ladro Supremo” vive le sue avventure in una città immaginaria, per metà vittoriana e per metà Alto Medioevo.

Nel film ci saranno tutti: Erin la ladra, l’amico Basso, il Barone Nothcrest signore assoluto della città.

Non sappiamo a quale videogioco si ispirerà il film. A tutte o ne sarà scelta qualcuna?

Nell’ultima ipotesi l’impresa sarebbe un po’ ardua. La saga di Thief, infatti, creata dalla Eidos-Montréal e pubblicata da Square Enix, dal 1998 – anno in cui uscì il capolavoro, Thief: The Dark Project -, nell’arco di diciotto anni ha visto il susseguirsi di tre sequel uno più intrigante dell’altro.

Al momento non ci sono notizie in merito. Possiamo solo sperare che il film riesca a dare le stesse scariche di adrenalina del videogames.

Loading...
Potrebbero interessarti

Quo Vado, Checco Zalone alla conquista del mondo

Quo Vado, il film con Checco Zalone, campione di incassi in Italia, si…

The Ring 3: nelle prime clip immagini inquietanti e agghiaccianti

Chi ama il genere, certamente non rimarrà deluso, almeno stando alle prime…