Vespa ospita i Casamonica e attacca i comunisti
Vespa ospita i Casamonica e attacca i comunisti

Bruno Vespa ospita nella sua trasmissione i Casamonica e risponde alle polemiche attaccando i “comunisti” “ipocriti e perbenisti”.

La nuova stagione della trasmissione Porta a Porta è iniziata nel migliore dei modi. Quale richiamo migliore dei Casamonica?

Bruno Vespa è un volpone dell’audience. Il conduttore sapeva che avrebbe scatenato un putiferio invitando i parenti del “padrino” romano, ma sapeva anche che avrebbe fatto boom di ascolti.

Che cosa non si farebbe per vedere salire lo share (e guadagnare altri soldini)! Ma per Vespa è naturale. Non ricorda più che a fare un buon giornalista non è certo la spettacolarizzazione della notizia, anzi, a dirla tutta non fa nemmeno un giornalista, ma solo un mercenario della notizia.

Ma la cosa non sembra importare al Vespa nazionale affetto come “divi” della Tv da ego ipertrofico e dalla sindrome della “prima donna”.

E giacché una prima donna non può soccombere sotto critiche o accuse, lui prepara la seconda parte dello show e parte all’attacco di quanti, rappresentanti del Pd in primis, non hanno gradito il momento di gloria che ha voluto regalare ai parenti di un boss mafioso che sono andati in Tv a declamare i “pregi” del caro estinto.

“Ipocriti” e “perbenisti” ha chiamato i comunisti. Ma Vespa non coglie che la presenza dei Casamonica nella sua trasmissione non è stata gradita da nessuno.

E se non fosse preso solo da se stesso, si sarebbe accorto che su Twitter e Facebook ci sono migliaia e migliaia di commenti che condannano la scelta di Vespa appoggiata da mamma Rai.

Tutti ipocriti e perbenisti, caro Vespa? Oppure tutti comunisti?

Loading...
Potrebbero interessarti

“Azione Nazionale”, il nuovo progetto per rinnovare centrodestra

Si è svolta oggi al Teatro Quirino di Roma la presentazione di…

Conte a Napoli, virale la conversazione con un anziano in mutande

In queste ore il Premier Giuseppe Conte è in visita ufficiale a…