Vibo Valentia, feto muore perché mancano anestesisti
Vibo Valentia feto muore perche mancano anestesisti

Ci sono paesi nel mondo dove, purtroppo, la mortalità infantile è ancora altissima, a causa di condizioni igienico sanitarie a dir poco precarie e di una povertà che non permette di avere strutture adatte a tutelare le fasce più deboli della popolazione.

L’Italia, per fortuna, non fa parte di questi paesi, eppure si muore ancora durante il parto, di una morte che fa più male perché facilmente evitabile.

La brutta storia odierna viene Vibo Valentia, dove una 32 enne era in attesa di essere chiamata per un parto cesareo, ma quando si è presentata in ospedale ha scoperto che il figlio che portava in grembo era morto.

A quanto pare la donna avrebbe già dovuto partorire, ma le è stato detto che non si poteva procedere all’intervento per l’assenza di anestesisti.

La 32enne era arrivata alla fase finale della gravidanza essendo alla 37esima settimana di gestazione. L’ultimo controllo a cui si era sottoposta la donna, e dal quale non erano emerse anomalie, era stato effettuato il 26 settembre.

Il marito della donna, nel momento in cui gli é stata comunicata la notizia, è andato in escandescenze, sferrando calci e pugni contro la porta della sala parto e cercando di aggredire i sanitari.

L’uomo è stato quindi condotto in Questura, mentre la donna è stata trattenuta in ospedale per tutti gli ulteriori esami.

L’Azienda sanitaria di Vibo Valentia ha disposto un’ispezione interna, mentre il ministero della Salute ha inviato gli ispettori.

Loading...
Potrebbero interessarti

Per il caffè arriva l’etichetta relativa al rischio cancro

Il Council for Education and Research on Toxics, un’organizzazione senza scopo di…

Un verme infetto ha trasmesso il tumore a un uomo colombiano

E’ il primo caso documentato al mondo, ed in tutta onesta noi…