Vincenzo De Luca sospeso in applicazione della legge Severino

Alla fine il premier Matteo Renzi non ha potuto fare favoritismi così palesi, e ha dovuto, volente o nolente, firmare  per il neo governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, la sospensione temporanea dal suo incarico.

«A norma della legge Severino – annuncia Renzi – ho firmato il decreto di sospensione di De Luca, un adempimento realizzato dopo aver avuto il nulla osta del ministro e i pareri. La nostra opinione è che il presidente della Regione Campania possa fare gli atti consentiti dal parere dell’Avvocatura di Stato. È stato un intervento necessario senza fare ricorso a una norma ad hoc».

La notifica, già depositata all’Ufficio del protocollo del Consiglio regionale, va formalmente presentata al presidente provvisorio del Consiglio, Rosetta D’Amelio (Pd), che è il consigliere anziano.

Tecnicamente quindi da oggi il nuovo governatore risulta sospeso per effetto della legge Severino: spetta a lui però la prossima mossa.

De Luca dovrà decidere se nominare lunedì nella prima seduta del consiglio regionale la giunta e il suo vice, oppure procedere direttamente al ricorso al giudice ordinario chiedendo la sospensione (ex articolo 700) della procedura attivata dalla legge Severino.

Secondo i legali di De Luca, la sospensione per effetto della legge Severino non è applicabile al caso del neogovernatore della Regione Campania , condannato per abuso d’ufficio a un anno di reclusione. Per i due legali incaricati dall’ex sindaco di Salerno, la legge Severino «è viziata da innegabile, patente eccesso» su due profili: innanzitutto «per l’inspiegabile deroga che per il reato di abuso d’ufficio opera rispetto al generale principio del carattere definitivo dell’accertamento giudiziale del reato e per l’inequivoca mancanza del carattere che devono rivestire i reati suscettibili della detta individuazione, nel senso del grave allarme sociale che ne provoca la concreta verificazione».

Next Post

Roma, custode 84 enne aggredisce la vicepreside con un forcone

Uno scoppio di violenza improvvisa, ancora inspiegabile, quello che si è verificato in una scuola di Roma, in via Tor de’ Schiavi, e che ha visto come protagonista un custode 84 enne. L’uomo si è scagliato con violenza contro la vicepreside della scuola media dove lavorava, armato di un forcone e […]