Corradino Mineo, dal Pd al gruppo misto del Senato

Eleonora Gitto

Corradino Mineo passa dal gruppo Pd del Senato a quello misto.

Per insanabili contrasti col proprio partito, ovviamente. Ma che cosa è successo? Mineo racconta di essere stato sottoposto a una sorta di “processo sommario da parte di Luigi Zanda, suo ex capogruppo, che ha derubricato questioni meramente politiche a questioni disciplinari”.

Secondo Mineo, ciò “è inaccettabile, perché i Dem sono terrorizzati dalla Finanziaria e hanno limitato gli emendamenti”. Mineo prosegue affermando che ha tentato fino all’ultimo di restare nel Pd, ma non è stato possibile.

Mineo ha proseguito dicendo che gli è stato contestato un tweet e che il Movimento 5 Stelle ha applaudito un suo intervento.

L’ex Pd ha deciso quindi di migrare nel gruppo misto “per poi andare in giro per l’Italia per vedere se ci sono le forze necessarie per opporsi alla deriva plebiscitaria del Presidente del Consiglio, magari con Civati, Fassina e Sel”.

Illuso. Questi qui non si metteranno mai d’accordo, a causa del loro comprovato e pluriennale individualismo sfrenato.

Perciò questo sarà l’ennesimo tentativo di costruire una grande sinistra che porterà i suoi grandi leader al 3-4%, per poi sciogliersi il giorno dopo le elezioni, una volta raggiunto l’obiettivo di sistemare qualcuno in Parlamento. Auguri, Mineo, ne hai bisogno.

Next Post

#IoSonoElettrica, a Milano la Classe B Electric Drive di Mercedes Benz

E’ approdato a Milano il tour #IoSonoElettrica della Classe B Electric Drive di Mercedes Benz. L’e-tour di Mercedes Benz prosegue e stavolta fa tappa nel capoluogo lombardo. Il tour #IoSonoElettrica della Classe B Electric Drive nasce con lo scopo di far toccare con mano quali, e quanti, vantaggi porta con […]
#IoSonoElettrica, a Milano la Classe B Electric Drive di Mercedes Benz