Corradino Mineo, dal Pd al gruppo misto del Senato
Corradino Mineo da Pd al gruppo misto del Senato

Corradino Mineo passa dal gruppo Pd del Senato a quello misto.

Per insanabili contrasti col proprio partito, ovviamente. Ma che cosa è successo? Mineo racconta di essere stato sottoposto a una sorta di “processo sommario da parte di Luigi Zanda, suo ex capogruppo, che ha derubricato questioni meramente politiche a questioni disciplinari”.

Secondo Mineo, ciò “è inaccettabile, perché i Dem sono terrorizzati dalla Finanziaria e hanno limitato gli emendamenti”. Mineo prosegue affermando che ha tentato fino all’ultimo di restare nel Pd, ma non è stato possibile.

Mineo ha proseguito dicendo che gli è stato contestato un tweet e che il Movimento 5 Stelle ha applaudito un suo intervento.

L’ex Pd ha deciso quindi di migrare nel gruppo misto “per poi andare in giro per l’Italia per vedere se ci sono le forze necessarie per opporsi alla deriva plebiscitaria del Presidente del Consiglio, magari con Civati, Fassina e Sel”.

Illuso. Questi qui non si metteranno mai d’accordo, a causa del loro comprovato e pluriennale individualismo sfrenato.

Perciò questo sarà l’ennesimo tentativo di costruire una grande sinistra che porterà i suoi grandi leader al 3-4%, per poi sciogliersi il giorno dopo le elezioni, una volta raggiunto l’obiettivo di sistemare qualcuno in Parlamento. Auguri, Mineo, ne hai bisogno.

Loading...
Potrebbero interessarti

Varese, madre in ritardo sputa alla maestra

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di parlare di alcune “degenerazioni” avvenute…

Unioni Civili, la maggioranza ci sarebbe la il Pd non procede

Ormai non si può più rimandare oltre: una legge sulle unioni civili,…