Macron: meno italiano nelle scuole francesi

Se è vero che l’italiano non è la lingua più conosciuta o parlata in tutto il mondo, è altrettanto vero che è una di quelle che piace di più, per la sua sintassi, musicalità, lessico.

In poche parole, l’Italiano è senza falsa modestia considerata da tantissimi una delle lingue più belle del mondo, eppure il premier francese Emmanuel Macron ha deciso che si insegnerà molto di meno nelle scuole d’oltralpe.

Nello specifico, Macron ha deciso di dimezzare i posti messi a concorso per insegnare la lingua italiana nelle scuole e nelle università.

L’insegnamento dell’italiano Oltralpe “rischia di deperire in maniera grave a causa delle scelte del governo”, ha denunciato Jean-Luc Nardone, professore a Tolosa e presidente degli italianisti francesi. Per questo motivo docenti francesi e intellettuali italiani hanno firmato un appello per il ripristino delle cattedre.

Il documento parla di una “caduta senza precedenti” dei posti messi a concorso per l’insegnamento dell’italiano. Per il canale dell’Agrégation, che consente di insegnare nei licei, i posti si sono dimezzati e per il 2019 sono soltanto cinque.

Per il Capes, che abilita alla docenza nelle scuole medie, si è passati da 28 a 16, mentre i posti, ricorda il documento, “erano ancora 35 nel 2016, 2015, 2014, e 64 nel 2013”.

Quindi l’appello al ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, affinché ripristini un numero di posti tale da consolidare l’insegnamento della Lingua di Dante oltralpe.

Loading...
Potrebbero interessarti

Stasera 7 aprile, appuntamento con la Super Luna

Oggi, Martedì 7 Aprile, assisteremo alla terza super luna e sarà “la…

Stomaci coraggiosi: avete mai provato l’Hakarl islandese?

Abituati alla cucina mediterranea, che tra l’altra è considerata la più gustosa…