Pompiere sfigurato, viso nuovo grazie a un innovativo trapianto

I progressi della medicina sono tanto più importanti quanto più riescono a migliorare le condizioni di vita di quanti sono ammalati e si trovano a convivere, quotidianamente, con le conseguenze del male che li affligge.

Patrick Hardison è un pompiere americano di 41 anni, un eroe di quelli che non compaiono sulle prime pagine dei quotidiani, ma che col suo lavoro salvano ogni anno decine di vite umane. Hardison era rimasto sfigurato, praticamente senza volto, dopo aver tentato di salvare una donna da un incendio: il tetto della casa in fiamme era crollato e il fuoco gli aveva sfigurato il volto.

Ma la scienza oggi ha regalato all’eroe un nuovo volto:  l’uomo ha un viso nuovo dopo essersi sottoposto a quello che i medici presentano come il più esteso trapianto di faccia eseguito finora nel mondo. Un intervento che ha incluso l’intero scalpo, orecchie e ciglia.

Il vigile del fuoco ha ricevuto il volto di un giovane di Brooklyn morto dopo un incidente in bicicletta. L’equipe guidata dal professor Eduardo Todriguez ha impiegato 12 ore per rimuovere il volto al donatore e per Hardison la speranza di sopravvivere all’intervento era solo del 50% ma alla fine tutto è andato per il meglio e l’uomo ha già cominciato ad accennare il primo sorriso.

Sono una ventina i trapianti di faccia eseguiti finora nel mondo, ma alcuni pazienti non ce l’hanno fatta e sono morti a causa del rigetto. Il primo trapianto parziale di faccia risale al 2005.

Next Post

Cerotto intelligente si illumina quando rileva infezioni

Negli ultimi mesi l’Oms ha lanciato l’allarme più volte: in tutto il mondo, Italia tra le nazioni più coinvolte, troppo spesso ci si abusa di antibiotici, a tal punto che, col tempo, i virus diventano sempre più resistenti, tanto da dar vita a dei super batteri imbattibili. Per cercare di […]