Questione Rom, Adriano Celentano sposa la visione di Salvini

L’incidente avvenuto nelle scorse ore a Roma, che ha visto coinvolti dei ragazzi minorenni rom, che hanno investito dei passanti, uccidendo una donna e ferendo altre otto persone, ha risvegliato un’ondata incontrollabile di razzismo, mai sopito, proprio verso la popolazione nomade che vive in campi insediati nelle periferie cittadine.

Portavoce si è fatto il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, che ha urlato il suo desiderio, mai nascosto, di radere al suolo i campi e spingere le popolazioni rom fuori dalle mura della città, trovando più consensi di quelli che in un paese civile dovrebbero trovarsi.

Tanti i politici di destra schierati con Salvini, ma a sorpresa anche un uomo di spettacolo, notoriamente di sinistra come Adriano Celentano, che dal suo blog ha attaccato i grillini e il premier Renzi, che invece si sono detti contrari a questa ondata di odio generalizzato: “Ciao GrillòRenzi – ha scritto –! Mentre voi ve la battete sul tavolo dei “VOTI”, nel frattempo a Roma c’è un’ auto che sfreccia a 180 km all’ora e, con noncuranza travolge 9 passanti, trascinandosi per 50 metri una giovane donna che poi MUORE. Otto i feriti di cui quattro in modo grave. Ma voi, così concentrati nella lotta a chi arriva primo, vi dimenticate di parlare del problema “non più importante” ma VITALE che è la CERTEZZA della PENA. Perché la gente dovrebbe consumare di più se ha paura anche a uscire di casa? E chi se ne frega degli 80 Euro o del diritto di cittadinanza se poi arriva una macchina e ti travolge. Poveri illusi, la tanto invocata “crescita” di cui parlano gli economisti e l’accecata massa politica, non ci sarà mai. Nessuno ha capito che il famoso aumento dei consumi è strettamente legato a un disegno artistico che può scaturire solo attraverso il sorriso dei cittadini. Ma se i cittadini hanno paura e si sentono abbandonati, non sorridono. E se non sorridono, non consumano. Quindi?… Sto cominciando a pensare a Salvini”.

Un lungo post rancoroso, di un uomo arrabbiato, che vede la sua Italia fatta a pezzi. Eppure noi, senza preferenze di sorta, siamo certi che l’Italia non vada allo sfacelo per colpa dei rom.

Potrebbero interessarti

Roma, in fiamme un capannone sequestrato nell’inchiesta Mafia Capitale

Al momento non sono stati segnalati feriti, e non si sa ancora…

Inquinamento: Italia primato europeo per morti premature

L’ultimo record italiano raggiunto a livello europeo non è affatto positivo: il…

Terremoto, scossa di 3.4 vicino Rieti

Giorni veramente impegnativi per il nostro paese, che è praticamente costretto a…

Sergio Mattarella, in Italia segnali di ripresa economica

Per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in Italia ci sono segnali…