Roma, dimissioni ritirate per il Sindaco Marino

Eleonora Gitto

Dimissioni ritirate per il Sindaco di Roma Ignazio Marino, come volevasi dimostrare.

Ha prevalso la linea dura, per il primo cittadino romano. Marino ha appena siglato la lettera con la quale ha deciso di restare in campo, anche se non si sa ancora per quanto. Alle 16.30 le dimissioni sono rientrate.

Quel “non vi deluderò” urlato alla gente in Piazza del Campidoglio, ha avuto il suo effetto immediato.

Ignazio ha dichiarato che è pronto a confrontarsi con la propria maggioranza. Una maggioranza che, di fatto, rischia di non esserci più, in quanto l’ordine di scuderia del Pd è dimissioni di massa di tutti i suoi consiglieri.

Ma i consiglieri Pd sono 19 e per far sciogliere il Consiglio ce ne vogliono altri 6, cioè almeno 25.

E se non ci sarà lo scioglimento del Consiglio, con conseguente commissariamento, comunque ci sarà un dibattito in aula, dove evidentemente Marino non solo dovrà testare se ci sia una nuova maggioranza, ma dovrà far fronte a una o più mozioni di sfiducia.

Insomma, i giochi sono ancora aperti, anche se la posizione del primo cittadino è appesa a un filo molto sottile. E Roma? Aspetta, ormai sono duemila anni o poco meno che aspetta di ritornare grande.

Next Post

Facebook, basta noiosi inviti a giocare: Zuckerberg ci salverà

Finalmente Mark Zuckerberg, prendendo finalmente atto che la montagna di notifiche e di inviti a giocare su Facebook stanno diventando una vera persecuzione, ha annunciato che farà di tutto per salvarci. Il fondatore del social blu Mark Zuckerberg, nel corso di un incontro a Nuova Delhi ha annunciato la lieta […]
Facebook, basta noiosi inviti a giocare Zuckerberg ci salverà