Roma, prima chiama il 118 poi aggredisce i soccorritori

Una vicenda a dir poco bizzarra quella accaduta nelle scorse ore a Roma, dove un uomo ha aggredito i sanitari che erano accorsi presso la sua abitazione, dopo che lui stesso aveva allertato il 118.

Tutto è accaduto nel piazzale antistante la stazione metro “Ponte Mammolo” a Roma, dove una donna, forse a causa del caldo eccessivo, si è accasciata al suolo per un malore.

L suo compagno ha subito allertato il 118, che ha così mandato sul posto un’ambulanza, che immediatamente hanno prestato le prime cure alla dona priva di sensi.

Peccato che l’uomo, dopo pochi minuti, abbia perso improvvisamente il controllo aggredendo con un pugno il conduttore dell’ambulanza e infrangendo il vetro di un finestrino. L’uomo ha inoltre preso a calci il portellone dell’ambulanza, distruggendolo, finché non è stato immobilizzato dalle forze dell’ordine prontamente allertate, ed arrestato.

S.R., romano di 47 anni è stato così portato negli uffici del commissariato San Basilio, ed è stato posto sotto arresto per danneggiamento aggravato e denunciato per interruzione di ufficiali in servizio e per lesioni personali.

Potrebbero interessarti

Sigarette il fumo è passato: boom dei prodotti alternativi

Il fumo potrebbe diventare obsoleto? Si potrebbe riuscire realmente a cancellare questo…

Torino, primo trapianto di reni da sveglio

Torino. Per la prima volta in Italia, è stato trapiantato un rene…