Si discuterà alla camera la proposta di legalizzazione della Cannabis

Tralasciando la disputa annosa tra quanti sostengono che la cannabis sia una droga dagli effetti nefasti come qualsiasi altra sostanza stupefacente, e chi al contraria la paragona ad una semplice sigaretta, è indubbio che ormai molti paesi hanno legalizzato l’suo di questa sostanza e la sua libera vendita per consumo personale.

Ed è altrettanto indubbio che l’Italia, in materia legislativa, sia rimasta indietro su questa tematica, limitandosi ad autorizzarne l’uso per fini terapeutici.

La proposta di legge sulla cannabis è stata però inserita, nelle scorse ore, per la prima volta nel calendario trimestrale della Camera: la proposta di legge sulla legalizzazione della cannabis presentata da un gruppo di oltre 200 parlamentari verrà discussa alla Camera entro la fine dell’anno.

La proposta stabilisce il principio della detenzione lecita di una certa quantità di cannabis per uso ricreativo (5 grammi innalzabili a 15). Rimane comunque illecito e punibile il piccolo spaccio, anche per quantità inferiori ai 5 grammi. È inoltre consentita la detenzione per uso terapeutico e sarà possibile coltivare piante di cannabis (fino a un massimo di 5).

Su modello della Spagna, è prevista anche la coltivazione in forma associata nei cosiddetti cannabis club, purché allestiti da associazioni senza fini di lucro. Potranno associarsi fino a cinquanta maggiorenni residenti in Italia e il club potrebbe coltivare cinque piante per ogni tesserato.

Next Post

Ignazio Marino, al posto del Papa non avrebbe risposto alla domanda su di lui

Continua il periodo difficile per il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che però, diciamocela tutta, sembra quasi che le rogne se le cerchi col lanternino. Non solo deve fare i conti con moltissimi problemi e disservizi che la Capitale non riesce a risolvere, collezionando figuracce internazionali, ma per di più […]