Asma, batteri buoni per proteggere i neonati

Spesso siamo ossessionati dai batteri, ritenendoli la causa di tutte le malattie: se questo in alcuni casi è vero, è altrettanto indubbio che vi sono anche molti batteri “buoni”, che anzi fanno da scudo per l’insorgere di patologie anche gravi.

Come ha dimostrato uno studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, ad esempio, quattro batteri che colonizzano l’intestino potrebbero proteggere i neonati dall’asma.

Lo studio è stato condotto da Stuart Turvey e Brett Finlay of della University of British Columbia a Vancouver coinvolgendo 319 bimbi e avvalora l’ipotesi che troppa igiene e vivere in abitazioni troppo pulite non faccia bene ai bambini, ma anzi arriverebbe ad essere controproducente.

I ricercatori si sono infatti accorti che i bambini che avevano sviluppato asma avevano una specifica carenza di quattro diverse specie di batteri: aecalibacterium, Lachnospira, Veillonella, and Rothia (Flvr), arrivando quindi a concludere che un eccesso di igiene nei primi mesi di crescita, così come una mancanza di un allattamento al seno o l’uso eccessivo di antibiotici in questa fase, può avere conseguenze sotto il profilo della composizione del microbioma e dunque dell’asma.

Next Post

Beatrice Lorenzin difende il suo operato sui tagli alla Sanità

Ancora una volta al centro della polemica ci sono gli ulteriori tagli alla Sanità che il Ministero ha intenzione di apportare già con la prossima legge di Stabilità. Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, torna ancora una volta a difende l’azione del governo e insiste sull’ azione dei tagli agli […]