Napoli, l’ospedale Cardarelli si ferma per la mancanza di biancheria

Redazione

Negli ultimi tempi abbiamo spesso parlato di malasanità, con medici accusati di essere superficiali, disattenti, negligenti fino a provocare la morte dei propri pazienti.

Ma, senza volerlo usare come alibi, troppo spesso ci si dimentica in che condizioni gli stessi medici ed infermieri sono costretti a lavorare, con turni massacranti, strutture fatiscenti e sovraffollate, macchinari ed attrezzature obsolete.

A Napoli addirittura manca la biancheria per i degenti: nello specifico, non ci sono lenzuola e camici puliti, quindi l’ospedale Cardarelli ha dovuto sospendere interventi e ricoveri programmati per ridurre i volumi di utilizzo della biancheria.

La causa del deficit, come spiegato dal direttore sanitario Franco Paradiso, è da ricercare nello sciopero dei lavoratori della ditta di biancheria American Laundry, che si conclude mercoledì.

“Ieri sera – ha spiegato Paradiso intervistato nella giornata di ieri – siamo arrivati a fine giornata con un grosso problema sulle lenzuola sia per i reparti sia per le camere operatorie. Per questo abbiamo deciso oggi di garantire gli interventi urgenti e non differibili. Stiamo facendo anche qualche intervento programmato meno urgente ma c’è bisogno di regolamentare i ricoveri per essere sicuri di poter affrontare la situazione. Ovviamente i pazienti già ricoverati vengono curati con la normale regolarità. So che lo sciopero è finito e quindi speriamo che in giornata si risolva l’emergenza, in modo da riprendere domani tutta l’attività”.

Next Post

Matteo Salvini non è affatto tornato single

Da qualche giorno non si parlava d’altro: Matteo Salvini è tornato ad essere single? Anche Francesca Verdini, dopo Elisa Isoardi, lo ha lasciato solo ad affrontare la campagna elettorale e le prossime elezioni? A lanciare l’indiscrezione, su Twitter, è un account molto particolare, “Il Portaborse”, un ignoto con però oltre […]
Matteo Salvini non affatto tornato single