Palermo, madre e figlia gravi per aver mangiato mandragora

Se è vero che la terra è dispensatrice di bontà di ogni sorta, è anche vero che prima di consumare erbe o piante bisognerebbe conoscerne a fondo proprietà e rischi connessi, per non rischiare di ingerire alimenti che si potrebbero rivelare tossici.

Ed invece non sono state abbastanza attente due donne residenti a Palermo, una donna di 65 anni e sua figlia di 44, che hanno scambiato la mandragora per borragine: le donne l’hanno cucinata ed ingerita senza rendersi conto dell’errore ,se non troppo tardi.

I sintomi avvertiti dalle due subito dopo aver mangiato la pianta sono stati diarrea, vertigini, malessere generale, confusione mentale e nausea.

Le donne hanno cercato i sintomi su internet, dove esiste tra l’altro una ricca letteratura, e dopo aver scoperto lo sbaglio sono corse in ospedale, dove sono state ricoverate in codice rosso.

La madre è stata trasferita addirittura in rianimazione. Entrambe le donne sono in attesa dell’arrivo dell’antidoto, la fisostigmina, dal centro antiveleni.

Next Post

Snowden, la GCHQ può spiare tutti gli smartphone

Gli utenti di smartphone possono fare “molto poco” per impedire alla GCHQ, i servizi di sicurezza della gran Bretagna, di ottenere il “controllo globale” sui loro dispositivi: a dirlo è l’ex agente USA Edward Snowden. La “talpa” Edward Snowden che al momento si trova in Russia dove si è nascosto […]
Snowden, la GCHQ può spiare tutti gli smartphone