Pescara, uomo di 43 anni tenta di accoltellare il medico curante e viene arrestato

Ospedali e pronto soccorso sono ormai dei luoghi poco sicuri sia per i medici che per gli infermieri e per tutti gli operatori sanitari in quanto, sempre più spesso, si sente al telegiornale e si legge sul web di aggressioni all’interno di tali luoghi e contro le figure sopra elencate. Ma anche lo studio privato dei medici non può più essere considerato sicuro e l’ultima vicenda risale allo scorso venerdì, 17 luglio 2015, quando un uomo di 43 anni di Pescara, comune italiano capoluogo dell’omonima provincia in Abruzzo, si è recato nello studio del suo medico curante, il dottor Vincenzo Berghella, e ha tentato di accoltellarlo.

L’aggressore, F.G., si è recato presso lo studio del proprio medico curante dichiarando di sentirsi poco bene e proprio nel momento in cui il Dottor Vincenzo Berghella si è voltato per prendere dei medicinali dall’armadietto, ecco che l’aggressore ha tirato fuori il coltello da cucina con lama di 11 centimetri e si è diretto verso il medico tentando di colpirlo.

Per fortuna però il medico è riuscito ad accorgersene in tempo e a fuggire da tale situazione. L’uomo è stato bloccato e poi, successivamente, arrestato dalla Polizia. Il coltello con il quale l’aggressore ha tentato di uccidere il medico, è stato invece sequestrato.

Loading...
Potrebbero interessarti

Aifa, sperimentazione farmaci torna a crescere in Italia

Tutti noi siamo abituati, dinanzi ad una patologia, ad andare dal medico…

Basta un libro per rendere l’acqua potabile

Se la lettura di un buon libro arricchisce sicuramente ogni uomo, nell’animo…